La cantina

L’uva, raccolta a mano e trasportata in cassette, viene portata con cura alla cantina cercando di preservare al massimo la sua integrità. Arrivati, i grappoli vengono dapprima sgranati e poi gli acini pigiati sofficemente.

Nei tini, il pigiato inizia la fermentazione, ovvero il momento in cui il mosto si trasforma e tutte le proprietà accumulate nelle bucce passano al vino. Ecco che il lavoro svolto lungo tutto l’anno inizia a prendere forma!

In base alla valutazione del nostro enologo Mauro, il vino giovane viene destinato il prima possibile alla maturazione in botti di acciaio o in barrique, dove riposerà a lungo, evolvendosi nel tempo e nel silenzio della cantina.
Al momento giusto, il vino viene imbottigliato, ma il suo viaggio non è ancora concluso. Le bottiglie vengono coricate e messe a riposare nell’angolo più fresco della cantina per iniziare l’affinamento, fase cruciale durante la quale il vino evolve nel gusto e nell’aroma.

Inaugurata nel 2017, la barricaia ospita barrique (225 lt) e tonneau (500 lt) di rovere francese dove, a temperatura e umidità controllate, riposano le varie annate di Albugnano DOC Superiore e di Freisa d’Asti DOC Superiore.